Skip to content

Variante Stadio

“La questione stadio, prime considerazioni”

Comunicato congiunto delle associazioni La Città Ecologica, FIAB e Legambiente PISA.

La “variante stadio” attualmente in discussione prevede di mantenere l’Arena Garibaldi nella sua attuale collocazione, ma raddoppiandone la capienza ed inserendoci estesi spazi commerciali che saranno attivi anche durante la settimana.

Questi cambiamenti impongono una radicale riorganizzazione della mobilità dell’intero quartiere per evitare che i disagi, già oggi pesanti, diventino insostenibili. La sfida più ardua non è tanto quella di creare nuovi parcheggi (ai margini dell’abitato vi sono ancora ampi spazi non edificati) quanto quella di riuscire a fermare le auto nei parcheggi scambiatori esterni al perimetro del quartiere. Infatti i disagi che i cittadini lamentano in occasione delle partite sono conseguenza della sistematica tolleranza del parcheggio selvaggio e non della mancanza di posti nei parcheggi scambiatori di via Pietrasantina e via Paparelli.

—- Continua a leggere il comunicato del 09/09/2019 a cura delle tre associazioni —–

 

Lunedì 18 novembre alle ore 21, al Centro San Zeno, abbiamo organizzato un’occasione di confronto, promossa da Legambiente Pisa, La Città Ecologica e FIAB aperta a tutti e tutte, per analizzare come la Variante Stadio del Comune di Pisa modificherà il quartiere di Porta a Lucca.

Qui la locandina dell’evento e l’evento fb.

In questa occasione ci siamo confrontati sulla variante stadio e parlato delle possibili osservazioni da portare al Comune.

Qui trovate i documenti che riteniamo più importanti per comprendere i contenuti della Variante.

Le tre associazioni hanno portato delle osservazioni comuni che potete vedere qui: Osservazione unitaria associazioni ambientaliste
Sulla nostra pagina fb potete vedere delle immagini che riassumono le osservazioni comuni.
Legambiente inoltre ha protocollato ulteriori osservazioni, che potete leggere qui: Osservazioni Legambiente

Ricordiamo che il termine ultimo per presentare le osservazioni è il 24 novembre 2019 (domenica, quindi per protocollarli in Comune bisogna andare entro venerdì).
Potete scaricare qui il Modello per la presentazione delle vostre osservazioni.
E qui tovate alcuni esempi di osservazioni: come vedete le osservazioni non devono per forza avere specifici riferimenti all’urbanistica, serve anche per avere dei consigli da singoli/e cittadini/e.
Fino a venerdì mattina potete chiamarci o venirci a trovare presso la nostra sede per supporto e indicazioni.

———
A seguito il comunicato di Legambiente a seguito dell’incontro di lunedì 18.

RIGENERAZIONE o PANTANO? Porta a Lucca si merita un futuro vivibile!
Proprio un’amministrazione che si è fatta eleggere sostenendo che la città stava diventando invivibile, non può rendere un quartiere se non un’intera città ancora meno vivibile.
La classifica di ecosistema urbano ci dice che Pisa è impantanata su standard bassi sia per verde fruibile, sia per infrastrutture legate alla mobilità attiva e gentile, sia per quanto riguarda la valorizzazione del reticolo idraulico.
Una rigenerazione degna di questo nome deve essere in grado di incidere positivamente su tutti questi aspetti.
La variante però non prevede nulla di questo tipo, quindi la questione non è tanto quella di decidere se fare lo stadio a Ospedaletto o ristrutturare quello esistente, ma di individuare una soluzione che sia sostenibile per tutti, residenti, imprese e tifoseria.
Una buona politica deve assumersi la responsabilità di conciliare sport, economia e vivibilità degli spazi. Sappiamo che non è facile ma speriamo che questa amministrazione abbia il coraggio almeno di provarci, cercando nuove possibilità. Davvero non ci sono alternative?
Come associazione ambientalista pensiamo che queste vadano cercate e discusse, prima di presentare soluzioni che sembrano semplici solo perché rispondono ad una esigenza, quella economica e forse neppure in maniera così lungimirante dal momento che ad oggi non è stato presentato alcun piano economico finanziario!